Seleziona una pagina

Il crossover della casa tedesca è piaciuto subito alla clientela: design differente, molti colori con tinte diverse per il tetto e una carrozzeria che ormai da anni fa tendenza: il SUV compatto.

L’auto si presenta subito con un design ricercato, rispetto alle altre Volkswagen, I fari LED che sono specifici per questo modello fanno un’ottima luce e rendono il frontale dell’auto, ancora una volta, molto personale.

All’interno si vede che è stata concepita per una clientela abbastanza fantasiosa e che ricerca qualcosa di diverso dalla serietà delle altre auto della casa: i colori della carrozzeria sono ripresi all’interno, vi sono strisce di led che corrono sulle portiere e sulla plancia e lo schermo infotelematico domina la scena.

Il tunnel rimane molto pulito e in generale si percepiscono dei materiali meno pregiati rispetto alla “sorella” Golf,  ma alla prima occhiata il feedback è sicuramente più positivo rispetto a quest’ultima grazie ai colori e agli elementi lucidi.

Le dimensioni sono generose; il bagagliaio è ai vertici della categoria e sfida anche rivali più grandi con ben 435 litri.

Il divanetto posteriore offre un’ottima abitabilità per 2 occupanti, anche alti, ed anche con un eventuale terzo passeggero si rimane abbastanza comodi.

Il motore, anche il 1.0 3 cilindri, è sempre pronto ed è notevole anche il beneficio sui consumi: La coppia in basso del piccolo propulsore turbo permette di non esagerare sul pedale del gas riuscendo a percorrere (anche se con “piede di velluto”) 21 km con un litro di benzina.

Praticità, comodità e spazio sono le feature che il mercato ricerca la t-roc non delude nessuna delle 3 aspettative!

Ciò che stupisce è, però, la frenata è molto buona e rollio/beccheggio siano limitati considerata l’altezza da terra della vettura.

Curioso poi che su una tedesca come questa gli allestimenti siano abbastanza completi e che gli optional siano quindi limitati.

Concludendo è una vettura “rotonda” che fa bene tutto quello che ci sia aspetta faccia bene e che fa discretamente anche negli ambiti in cui non ce lo si aspetta.
La compreresti?

Le auto nuove hanno tecnologie che, purtroppo o per fortuna, diventano “superate” in qualche anno in quanto si aggiornano e cambiano radicalmente in veramente pochissimo tempo.

Se si volesse avere un’auto sempre nelle perfette condizioni, e quindi cambiarla ogni 3 o 4 anni, si dovrebbe procedere alla vendita di un’auto con tecnologia ormai obsoleta e che già subito dopo essere uscita dal concessionario ha perso il 30% del suo valore.
Se invece la noleggiassi potresti godere dei suoi anni migliori, senza dover rischiare il tuo capitale e avendo la certezza di un prezzo fisso che comprende tutto: assicurazione, bollo, tassa di proprietà, messa in strada assistenza stradale 24h/24, Kasko, assicurazione conducente, manutenzione ordinaria E straordinaria ?

Vuoi saperne di più? Scrivici un commento qui sotto o mandaci un messaggio privato!

Articolo tratto dalle prove di Motor1.com e Automoto.it

 

    RICHIESTA DI INFORMAZIONI

    captcha