Seleziona una pagina

 

La citycar del leone ha colpito tutti, l’anno scorso, quando è stata presentata per la prima volta nella sua versione attuale.

La scena è stata completamente catturata dallo sguardo della piccola auto francese: quelle strisce di led, a ricordare delle zanne, possono piacere o non piacere (anche se io come molti le adoro) ma ciò che è sicuro è che la differenziano da tutte le altre!

Parlando di aspetti più pratici però: le dimensioni sono leggermente aumentate e anche lei, come altre pari segmento, sfonda la soglia dei 4 metri ottenendo così un aumento di bagagliaio dalla precedente versione di ben 25l fermandosi a quota 309l.

L’abitabilità interna rimane nella media del segmento mentre spicca invece per qualità costruttiva e percepita oltre che per la dinamica di guida.
Per quanto riguarda gli interni i materiali utilizzati sono di buona qualità, mentre quando la scelta di questi diventa più “economica” essi sono comunque sfruttati in maniera intelligente per sembrare più “premium”.

Il nuovo infotaiment, nelle versioni più ricche, prevede un doppio schermo da 10 pollici ciascuno e la pulizia della plancia, grazie anche ai molti comandi inclusi direttamente nello schermo touch, ne beneficia parecchio; liberando anche molto spazio per i piccoli oggetti quotidiani.

Dove però si vede la “marcia in più” di questa utilitaria è nelle dote dinamiche: come già accennato prima il telaio molto rigido (prevedendo anche la versione elettrica) permette di avere sospensioni abbastanza morbide senza risentire di rollio eccessibo avendo il meglio dei due mondi “comfort” sulle buche e “sportività” nelle curve.

Il motore è abbastanza brioso e, complice una diminuzione del peso della vettura, risulta veramente scattante soprattutto nella versione a gasolio.

Concludendo con i consumi i dati parlano chiaro: il benzina ha una percorrenza media di 17 km/l e i gasolio invece una media di 24 km/l.

Ma conviene comprarla?

Se pensiamo che un’auto, già solo con la vendita, perde il 22% del proprio valore e che restano a nostro carico l’assicurazione e i costi di gestione: qualche dubbio potrebbe iniziare a sorgere.
il vero punto di svolta però, è rendersi conto che le vetture attuali diventano obsolete molto più facilmente di quanto non lo diventassero nel passato.

Mi spiego: le nuove tecnologie si aggiornano e cambiano radicalmente in pochi anni, ed è inevitabile che quindi il valore di mercato delle auto “di tutti i giorni” sia destinato a scendere molto rapidamente!

Vuoi scoprire, quindi come averla senza più doverti occupare di nulla e senza rischiare di rischiare il tuo capitale avendo compreso: assicurazione, bollo, tassa di proprietà, messa in strada assistenza stradale 24h/24, Kasko, assicurazione conducente, manutenzione ordinaria E straordinaria ?